Cani & gatti

Le tecniche di fisioterapia utilizzate negli animali sono state prestate e adattate alla veterinaria dalla fisioterapia umana, che ormai ha raggiunto livelli di eccellenza. Gli atleti umani hanno, già da molti anni, compreso i benefici della terapia fisica, utilizzata per aumentare la funzionalità e la mobilità delle articolazioni, per ridurre il dolore e migliorare così il recupero dopo un infortunio, un intervento chirurgico, malattie degenerative, malattie legate all'età o problemi legati all'obesità. Come qualsiasi altra pratica medica, la fisioterapia deve essere eseguita dal veterinario e deve tenere conto di numerosi fattori: l'età dell'animale, la sua struttura fisica, lo stato della muscolatura, le eventuali patologie e la metodica chirurgica utilizzata.
L'obiettivo che si pongono fisioterapia e riabilitazione è quello di migliorare la qualità della vita, diminuendo il dolore senza il continuo utilizzo di farmaci che, con il tempo, comportano inevitabili effetti collaterali.
Molte terapie riabilitative, ampliamente utilizzate anche nei cavalli, vengono oggi applicate con successo anche sui piccoli animali (cani e gatti).
Negli ultimi anni la comunità veterinaria ha visto una grande crescita nelle pratiche fisioterapiche, perché ci si è accorti di quanto aiutino gli animali a tornare ad una buona qualità della vita dopo un infortunio o una grave malattia.
Chi ha subito una chirurgia ortopedica o neurologica è un buon candidato per un programma di riabilitazione, ma anche chi soffre di artrosi o problemi muscolari può trarne grande giovamento.

Agopuntura

Laserterapia

Mobilizzazione attiva e passiva