Agopuntura

Con l'espressione medicina alternativa o medicina non convenzionale si indicano comunemente tutte le terapie non conformi alla medicina scientifica occidentale.
In senso restrittivo, l'espressione si contrappone a quella di medicina ufficiale, mentre in molti casi i risultati migliori si ottengono proprio affiancando le terapie non convenzionali alla medicina allopatica. Si tratta di pratiche alternative e complementari che, non seguendo un metodo scientifico, hanno un approccio diverso nei confronti del malato e della malattia, considerando il benessere come il risultato dell'equilibrio psicologico, energetico, fisiologico e spirituale.
Con l'agopuntura, il trattamento della malattia si effettua agendo sulla superficie del corpo in punti precisi, detti agopunti. Si interviene sugli agopunti con l'azione di sottili aghi monouso, della pressione o del calore.
Ogni agopunto, che rappresenta una particolare struttura nervosa, ha una corrispondenza funzionale con certe aree del corpo o con gli organi interni.
Per stimolare i punti dell'agopuntura associati gli aghi si possono utilizzare altri sistemi. Questi sistemi includono:

Quali patologie possono essere trattate?

L'agopuntura è usata per trattare molti tipi di malattie veterinarie, principalmente del cavallo, del cane e del gatto, inclusi ma non limitati a:

In vari studi condotti su esseri umani e cani, l'agopuntura si è dimostrata efficace nei casi in cui farmaci analgesici e anti-infiammatori erano stati inefficaci o sono causa di gravi effetti collaterali.
Oltre al trattamento di malattie, l'agopuntura viene spesso utilizzata come misura preventiva per mantenere il corpo in uno stato di equilibrio in animali predisposti a certe patologie.