Ad ogni cavallo la giusta alimentazione

Fibra in quantità, i mangimi e i nuclei più adatti ad ogni cavallo

Immagini per video-15
Immagini per video-13
Immagini per video-16
40

Ormai abbiamo a disposizione moltissimi mangimi concentrati differenti tra cui poter scegliere, una vasta offerta che permette di far fronte alle esigenze di tutti i cavalli, diversi per razza, età e problemi fisici legati alla loro condizione al momento del ricovero.
I diversi cavalli hanno sicuramente esigenze molto diverse tra loro, ma tutti non possono fare a meno di una dieta fatta di fieno e di un concentrato. Una quantità di fieno adeguata, disponibile possibilmente

sulle 24h, è sicuramente la cura migliore per molti cavalli, a cui bisogna associare un concentrato in una quantità e con una composizione adatta per quel singolo soggetto. I nuclei ci permettono inoltre di integrare la dieta se è necessario con alimenti nutrienti mancanti, che non sovraccarichino eccessivamente il cavallo di amidi, che non andrebbero mai dati in eccesso per evitare che si sviluppino problemi gastrici ed intestinali. 

Il cavallo è quello che mangia...

I cavalli sono erbivori monogastrici, e in natura si cibano soprattutto di quello che trovano sul terreno, quindi erba. La dieta che seguono in scuderia per far fronte alle esigenze nutrizionali che richiede il lavoro a cui li sottoponiamo, richiede dal loro organismo un certo adattamento, in quanto non hanno uno stomaco capiente in grado di contenere e digerire grosse quantità di alimento concentrato. Un adattamento che alcuni cavalli sopportano meno bene di altri. In natura i cavalli mangiano per circa 18 ore al giorno e dunque lo stomaco non è mai completamente vuoto, mentre spesso in scuderia si danno pasti di fieno troppo risicati per 3 volte al giorno, quando va bene. Alla base dei problemi gastrici e delle condizioni fisiche scadenti di molti cavalli, c’è proprio una dieta che non tiene in considerazione delle esigenze personali di ciascun soggetto e delle caratteristiche etologiche degli equidi in generale. 
Un’alimentazione ricca di fibra, solitamente fieno e pastoni a base di crusca e barbabietola, con un concentrato adatto al cavallo in termini di indole, attitudine, razza, età e condizioni fisiche, può da sola dare al cavallo enormi benefici, sia fisici che psicologici. Grosse quantità di concentrato, non possono essere date al cavallo senza che stomaco e intestino ne risentano. Noi in clinica poniamo tantissima attenzione a questi dettagli, creando per ciascun cavallo una dieta personalizzata che faccia fronte alle sue reali esigenze. Ormai, abbiamo a disposizione moltissimi mangimi concentrati differenti tra cui poter scegliere: mangimi di base di qualità a cui aggiungere nuclei adatti a ciascun cavallo, mangimi speciali poveri di carboidrati per cavalli con problemi gastrici ed intestinali, che utilizziamo solitamente anche per i soggetti più nevrili e quelli con patologie metaboliche.
Utilizzare alimenti di qualità, saperli dosare nel modo giusto e affiancare quelli giusti nella dieta di ciascun cavallo è quello che ci prefiggiamo ogni giorno.

Privacy Policy
Cookie Policy
Termini e Condizioni

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

© Tutti i diritti riservati - Centro Veterinario Le Cicogne - P.I. 01998200032

×
Show

Comments Box SVG iconsUsed for the like, share, comment, and reaction icons

Facebook Posts

L'estate è finita e sono ancora tanti gli argomenti interessanti che proporrò per le nostre dirette, nel corso della stagione. Vi invito a partecipare numerosi come sempre. Vi ricordo che le dirette saranno disponibili anche in podcast per poter essere ascoltate. ... Scopri di piùSee Less

4 giorni fa
L’ozono, tra le sue molteplici proprietà, ha quella di essere un potente disinfettante. Questa proprietà, associata alle enormi potenzialità rigenerative a livello dei tessuti, fa dell’ozono un ottima terapia per la gestione delle ferite. Nel cavallo le ferite sono spesso gravi, difficili da suturare adeguatamente a causa delle posizioni e delle grosse perdite di sostanza con i lembi troppo distanti tra loro. I cavalli hanno inoltre una cicatrizzazione lenta e centripeta, che li predispone a sviluppare un tessuto cicatriziale esuberante, che impedisce una guarigione completa.
Una ferita così bisogna comunque cercare di suturarla, anche se nel giro di pochi giorni i punti possono mollarsi, e va sempre “coccolata” con grande pazienza. Adeguate terapie per il giusto tempo evitano che si formi, appunto, del tessuto esuberante con una cicatrice brutta oltre che invalidante. Non ci si può aspettare una chiusura veloce, ma se ci si muove correttamente ci si può aspettare una chiusura completa con una cicatrice quasi impercettibile. 
Laser e ozono ad oggi rimangono a mio avviso gli ausili migliori per garantire la migliore cicatrizzazione possibile delle ferite nel cavallo.

L’ozono, tra le sue molteplici proprietà, ha quella di essere un potente disinfettante. Questa proprietà, associata alle enormi potenzialità rigenerative a livello dei tessuti, fa dell’ozono un ottima terapia per la gestione delle ferite. Nel cavallo le ferite sono spesso gravi, difficili da suturare adeguatamente a causa delle posizioni e delle grosse perdite di sostanza con i lembi troppo distanti tra loro. I cavalli hanno inoltre una cicatrizzazione lenta e centripeta, che li predispone a sviluppare un tessuto cicatriziale esuberante, che impedisce una guarigione completa.
Una ferita così bisogna comunque cercare di suturarla, anche se nel giro di pochi giorni i punti possono mollarsi, e va sempre “coccolata” con grande pazienza. Adeguate terapie per il giusto tempo evitano che si formi, appunto, del tessuto esuberante con una cicatrice brutta oltre che invalidante. Non ci si può aspettare una chiusura veloce, ma se ci si muove correttamente ci si può aspettare una chiusura completa con una cicatrice quasi impercettibile.
Laser e ozono ad oggi rimangono a mio avviso gli ausili migliori per garantire la migliore cicatrizzazione possibile delle ferite nel cavallo.
... Scopri di piùSee Less

7 giorni fa

Comment on Facebook

Sono assolutamente d’accordo!

Concordo perfettamente

👍😊 favorevole all'ozonoterapia

Facciamoci delle domande su come vengano scelte le maestranze della Fise e sulla mancanza di controlli. Sono scandalizzata. ... Scopri di piùSee Less

1 settimana fa

Comment on Facebook

Fise : gestione fallimentare nei conti e nei risultati, quote associative sproporzionate, pseudoistruttori di fatto commercianti, nessun progetto di formazione od incentivo per gli under 18, anche noi che facciamo reining obbligati a pagare l'inutile "tangente".

Ma come si fa ??? Il posto è in condizioni di degrado e abbandono , gli altri box sono vuoti ..... c'è una spiegazione a questa situazione , oltre alla rabbia nel vedere due creature in quelle condizioni?? Perché erano solo loro due e cosa c'è dietro a questo stato di abbandono ?

Certa che quei due cavalli saranno affidati a chi fa dei cavalli ragione di vita, la mia curiosità verte in altra direzione… quale pena spetta al, e qui voglio essere caritatevole, SIGNOR Gianluca Assumma dopo quanto inferto a quelle sue povere creature? Perché qui di drammi se ne vedono due, quanto patito da quei due poveri cavalli ed il sentirsi esonerati da pena certa e severa

Sono sconvolta....mi piacerebbe sapere cosa dirà la FISE...🤬

...ecco parliamone☹

Non ho parole!!!🤬🤬

Questo verme si merita punizioni corporali di tipo medievale. Una bella gogna mettendo a disposizione dei passanti letame, escrementi diarroici, vomito, frutta e verdura marce e, per i più intransigenti ...una mazza da baseball

View more comments

Vedi di più

Comments Box SVG iconsUsed for the like, share, comment, and reaction icons

Facebook Posts

L'estate è finita e sono ancora tanti gli argomenti interessanti che proporrò per le nostre dirette, nel corso della stagione. Vi invito a partecipare numerosi come sempre. Vi ricordo che le dirette saranno disponibili anche in podcast per poter essere ascoltate. ... Scopri di piùSee Less

4 giorni fa
L’ozono, tra le sue molteplici proprietà, ha quella di essere un potente disinfettante. Questa proprietà, associata alle enormi potenzialità rigenerative a livello dei tessuti, fa dell’ozono un ottima terapia per la gestione delle ferite. Nel cavallo le ferite sono spesso gravi, difficili da suturare adeguatamente a causa delle posizioni e delle grosse perdite di sostanza con i lembi troppo distanti tra loro. I cavalli hanno inoltre una cicatrizzazione lenta e centripeta, che li predispone a sviluppare un tessuto cicatriziale esuberante, che impedisce una guarigione completa.
Una ferita così bisogna comunque cercare di suturarla, anche se nel giro di pochi giorni i punti possono mollarsi, e va sempre “coccolata” con grande pazienza. Adeguate terapie per il giusto tempo evitano che si formi, appunto, del tessuto esuberante con una cicatrice brutta oltre che invalidante. Non ci si può aspettare una chiusura veloce, ma se ci si muove correttamente ci si può aspettare una chiusura completa con una cicatrice quasi impercettibile. 
Laser e ozono ad oggi rimangono a mio avviso gli ausili migliori per garantire la migliore cicatrizzazione possibile delle ferite nel cavallo.

L’ozono, tra le sue molteplici proprietà, ha quella di essere un potente disinfettante. Questa proprietà, associata alle enormi potenzialità rigenerative a livello dei tessuti, fa dell’ozono un ottima terapia per la gestione delle ferite. Nel cavallo le ferite sono spesso gravi, difficili da suturare adeguatamente a causa delle posizioni e delle grosse perdite di sostanza con i lembi troppo distanti tra loro. I cavalli hanno inoltre una cicatrizzazione lenta e centripeta, che li predispone a sviluppare un tessuto cicatriziale esuberante, che impedisce una guarigione completa.
Una ferita così bisogna comunque cercare di suturarla, anche se nel giro di pochi giorni i punti possono mollarsi, e va sempre “coccolata” con grande pazienza. Adeguate terapie per il giusto tempo evitano che si formi, appunto, del tessuto esuberante con una cicatrice brutta oltre che invalidante. Non ci si può aspettare una chiusura veloce, ma se ci si muove correttamente ci si può aspettare una chiusura completa con una cicatrice quasi impercettibile.
Laser e ozono ad oggi rimangono a mio avviso gli ausili migliori per garantire la migliore cicatrizzazione possibile delle ferite nel cavallo.
... Scopri di piùSee Less

7 giorni fa

Comment on Facebook

Sono assolutamente d’accordo!

Concordo perfettamente

👍😊 favorevole all'ozonoterapia

Facciamoci delle domande su come vengano scelte le maestranze della Fise e sulla mancanza di controlli. Sono scandalizzata. ... Scopri di piùSee Less

1 settimana fa

Comment on Facebook

Fise : gestione fallimentare nei conti e nei risultati, quote associative sproporzionate, pseudoistruttori di fatto commercianti, nessun progetto di formazione od incentivo per gli under 18, anche noi che facciamo reining obbligati a pagare l'inutile "tangente".

Ma come si fa ??? Il posto è in condizioni di degrado e abbandono , gli altri box sono vuoti ..... c'è una spiegazione a questa situazione , oltre alla rabbia nel vedere due creature in quelle condizioni?? Perché erano solo loro due e cosa c'è dietro a questo stato di abbandono ?

Certa che quei due cavalli saranno affidati a chi fa dei cavalli ragione di vita, la mia curiosità verte in altra direzione… quale pena spetta al, e qui voglio essere caritatevole, SIGNOR Gianluca Assumma dopo quanto inferto a quelle sue povere creature? Perché qui di drammi se ne vedono due, quanto patito da quei due poveri cavalli ed il sentirsi esonerati da pena certa e severa

Sono sconvolta....mi piacerebbe sapere cosa dirà la FISE...🤬

...ecco parliamone☹

Non ho parole!!!🤬🤬

Questo verme si merita punizioni corporali di tipo medievale. Una bella gogna mettendo a disposizione dei passanti letame, escrementi diarroici, vomito, frutta e verdura marce e, per i più intransigenti ...una mazza da baseball

View more comments

Vedi di più