Centro Veterinario Le Cicogne

Non è forte colui che non cade mai ma colui che cadendo si rialza
Johann Wolfgang Goethe

Centro per la riabilitazione e la riproduzione dei cavalli sportivi

La riabilitazione

Come gestiamo i cavalli infortunati

Gli infortuni sono un problema ricorrente in tutti gli sportivi, cavalli compresi. Non è vero che un infortunio segni la fine della carriera agonistica di un cavallo, bisogna solo gestirlo nella maniera giusta e fare in modo che ci sia una guarigione completa prima che il cavallo riprenda a fare agonismo.
Il nostro approccio vuole preservare al massimo la salute mentale dei cavalli limitando il più possibile i lunghi e sfinenti confinamenti in box. Tendiamo, infatti, a non fermare completamente i cavalli con lesioni ai tessuti molli, come tendini e legamenti. Ogni giorno fanno un esercizio controllato nel treadmill in acqua, vanno in giostra ed escono in paddock della grandezza adatta al loro problema. Abbiamo spazi esterni grandi come un box e di misure via via più grandi, che utilizziamo a seconda delle esigenze del singolo cavallo.

Rimani informato su quello che riguarda il benessere e la salute dei cavalli

Cosa c'è alla base del nostro lavoro

Anni di esperienza nel campo della riabilitazione e una grande passione per questo lavoro, che svolgiamo con dedizione e costanza senza mai mollare, perché spesso per le vere soddisfazioni ci vuole pazienza.

Attenzione al benessere

Ogni cavallo per guarire al meglio deve poter soddisfare alcune sue esigenze fondamentali

Tecnologie all'avanguardia

Macchinari moderni prestati dalla medicina umana ci aiutano a trattare al meglio le diverse patologie

Esperienza

I numerosi casi clinici che abbiamo affrontato negli ultimi 15 anni, ci rendono in grado di affrontare efficacemente qualsiasi infortunio

Ecco che servizi che offriamo ai tuoi cavalli...

Programmi riabilitativi studiati appositamente sul singolo cavallo, che hanno come obbiettivo una rapida rigenerazione dei tessuti lesionati e una veloce ripresa psicofisica, senza che il cavallo debba soffrire per lunghi e spesso inutili periodi di contenimento in box. Gli infortuni capitano a tutti gli sportivi, ma affrontarli nel modo corretto ci permette di riavere il cavallo presto in condizione per riprendere il lavoro, riducendo drasticamente la possibilità che con il tempo sopraggiungano delle recidive.
Trattiamo quotidianamente i cavalli con macchinari fisioterapici moderni e li facciamo camminare nel treadmill in acqua.
Utilizziamo inoltre terapie all’avanguardia come l’ozono e terapie alternative come agopuntura e osteopatia.

Abbiamo molti anni di esperienza nella gestione di cavalli in difficoltà perché hanno subito un infortunio, un intervento chirurgico o hanno un calo di performance sportive.

Acquaterapia
Il movimento quotidiano nel treadmill in acqua permette al cavallo di muoversi senza gravare sull'arto infortunato
Alimentazione
Una dieta studiata per favorire la guarigione senza perdere tonicità muscolare e condizione
Ultrasuoni
La terapia O.P.A.F. sfrutta gli ultrasuoni ad alta frequenza per curare fibrosi e patologie ortopediche
O.P.A.F.
Risolvendo gli squilibri energetici si favorisce la ripresa fisica e mentale limitando stress e recidive
Ginecologia
Un attento monitoraggio ginecologico sulle fattrici per essere coperte al momento giusto
Laserterapia
La potenza della luce per stimolare il metabolismo cellulare e favorire il recupero migliore di tendini e legamenti
Ozonoterapia
Antinfiammatorio antibiotico e antivirale, l'ozono viene impiegato per diverse patologie
I parti
Le fattrici vengono controllate costantemente e partoriscono sotto attento controllo veterinario

Contattaci per informazioni

cavallini con ombra
Accogliamo i cavalli per periodi di convalescenza o per periodi di riposo dalle competizioni

Ma cosa serve davvero a questi cavalli?

Permettergli di stare al paddock diverse ore nel corso della giornata, vivere in box ampi e confortevoli, mangiare una dieta personalizzata ricca di fibra e di poter fare del movimento che non li affatichi, ma che li tenga occupati e gli permetta di non perdere la forma fisica

Tempo libero di qualità

Ad ogni cavallo deve avere la possibilità di trascorrere un sufficiente numero di ore in libertà in un paddock di misura adeguata vicino ad altri cavalli

Dieta personalizzata

Anche durante i periodi di riposo i cavalli devono mangiare adeguatamente. Noi creiamo per loro una dieta personalizzata per le loro caratteristiche

Esercizio controllato

Grazie al lavoro quotidiano sul treadmill in acqua riusciamo a potenziare la muscolatura dei cavalli con un lavoro aerobico che svolgono tutti volentieri

La riproduzione

Fattrici e puledri

Sempre con la massima attenzione per il loro benessere, ci occupiamo di coprire le cavalle con seme refrigerato o congelato e offriamo un servizio di assistenza al parto.
L’obbiettivo è di ottenere una gravidanza nel minor tempo possibile anche nelle cavalle più difficili perché non più giovani e dare assistenza ai loro puledri nei primi giorni di vita.

Vieni a conoscerci
La scuderia
Ampi e luminosa per favorire il soggiorno più rilassante
I paddock
Di ogni misura adatti sia alle fattrici con i puledri che ai cavalli in riabilitazione
Il treadmill in acqua
L'underwater treadmill permette ai cavalli di muoversi quotidianamente senza gravare sull'arto infortunato
Le terapie fisioterapiche
Per ogni cavallo impostiamo un percorso fisioterapico personalizzato con i macchinari più moderni
La giostra
Per garantire un adeguato movimento più volte nel corso della giornata
Fattrici e puledri
Le attenzioni migliori per i puledri che nascono da noi
Precedente
Successivo

Come arrivare

Siamo a 45 minuti da Milano e a 30 minuti da Novara, in un area verde vicino alla sponda piemontese del lago Maggiore.

Autostrada A4

Uscita di Castelletto Ticino, sia che si venga da Milano che dalla direzione opposta.

Solo 10 minuti di strada normale

Uscendo dall'autostrada bisogna seguire la direzione per Novara per immettersi sulla statale, da cui dopo pochi minuti si può salire a destra verso ad Agrate Conturbia.

Via Novara 4E - Agrate Conturbia NO

Privacy Policy
Cookie Policy
Termini e Condizioni

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

© Tutti i diritti riservati - Centro Veterinario Le Cicogne - P.I. 01998200032

×
Show

Comments Box SVG iconsUsed for the like, share, comment, and reaction icons

Facebook Posts

L'estate è finita e sono ancora tanti gli argomenti interessanti che proporrò per le nostre dirette, nel corso della stagione. Vi invito a partecipare numerosi come sempre. Vi ricordo che le dirette saranno disponibili anche in podcast per poter essere ascoltate. ... Scopri di piùSee Less

4 giorni fa
L’ozono, tra le sue molteplici proprietà, ha quella di essere un potente disinfettante. Questa proprietà, associata alle enormi potenzialità rigenerative a livello dei tessuti, fa dell’ozono un ottima terapia per la gestione delle ferite. Nel cavallo le ferite sono spesso gravi, difficili da suturare adeguatamente a causa delle posizioni e delle grosse perdite di sostanza con i lembi troppo distanti tra loro. I cavalli hanno inoltre una cicatrizzazione lenta e centripeta, che li predispone a sviluppare un tessuto cicatriziale esuberante, che impedisce una guarigione completa.
Una ferita così bisogna comunque cercare di suturarla, anche se nel giro di pochi giorni i punti possono mollarsi, e va sempre “coccolata” con grande pazienza. Adeguate terapie per il giusto tempo evitano che si formi, appunto, del tessuto esuberante con una cicatrice brutta oltre che invalidante. Non ci si può aspettare una chiusura veloce, ma se ci si muove correttamente ci si può aspettare una chiusura completa con una cicatrice quasi impercettibile. 
Laser e ozono ad oggi rimangono a mio avviso gli ausili migliori per garantire la migliore cicatrizzazione possibile delle ferite nel cavallo.

L’ozono, tra le sue molteplici proprietà, ha quella di essere un potente disinfettante. Questa proprietà, associata alle enormi potenzialità rigenerative a livello dei tessuti, fa dell’ozono un ottima terapia per la gestione delle ferite. Nel cavallo le ferite sono spesso gravi, difficili da suturare adeguatamente a causa delle posizioni e delle grosse perdite di sostanza con i lembi troppo distanti tra loro. I cavalli hanno inoltre una cicatrizzazione lenta e centripeta, che li predispone a sviluppare un tessuto cicatriziale esuberante, che impedisce una guarigione completa.
Una ferita così bisogna comunque cercare di suturarla, anche se nel giro di pochi giorni i punti possono mollarsi, e va sempre “coccolata” con grande pazienza. Adeguate terapie per il giusto tempo evitano che si formi, appunto, del tessuto esuberante con una cicatrice brutta oltre che invalidante. Non ci si può aspettare una chiusura veloce, ma se ci si muove correttamente ci si può aspettare una chiusura completa con una cicatrice quasi impercettibile.
Laser e ozono ad oggi rimangono a mio avviso gli ausili migliori per garantire la migliore cicatrizzazione possibile delle ferite nel cavallo.
... Scopri di piùSee Less

6 giorni fa

Comment on Facebook

Sono assolutamente d’accordo!

Concordo perfettamente

👍😊 favorevole all'ozonoterapia

Facciamoci delle domande su come vengano scelte le maestranze della Fise e sulla mancanza di controlli. Sono scandalizzata. ... Scopri di piùSee Less

1 settimana fa

Comment on Facebook

Fise : gestione fallimentare nei conti e nei risultati, quote associative sproporzionate, pseudoistruttori di fatto commercianti, nessun progetto di formazione od incentivo per gli under 18, anche noi che facciamo reining obbligati a pagare l'inutile "tangente".

Ma come si fa ??? Il posto è in condizioni di degrado e abbandono , gli altri box sono vuoti ..... c'è una spiegazione a questa situazione , oltre alla rabbia nel vedere due creature in quelle condizioni?? Perché erano solo loro due e cosa c'è dietro a questo stato di abbandono ?

Certa che quei due cavalli saranno affidati a chi fa dei cavalli ragione di vita, la mia curiosità verte in altra direzione… quale pena spetta al, e qui voglio essere caritatevole, SIGNOR Gianluca Assumma dopo quanto inferto a quelle sue povere creature? Perché qui di drammi se ne vedono due, quanto patito da quei due poveri cavalli ed il sentirsi esonerati da pena certa e severa

Sono sconvolta....mi piacerebbe sapere cosa dirà la FISE...🤬

...ecco parliamone☹

Non ho parole!!!🤬🤬

Questo verme si merita punizioni corporali di tipo medievale. Una bella gogna mettendo a disposizione dei passanti letame, escrementi diarroici, vomito, frutta e verdura marce e, per i più intransigenti ...una mazza da baseball

View more comments

Vedi di più

Comments Box SVG iconsUsed for the like, share, comment, and reaction icons

Facebook Posts

L'estate è finita e sono ancora tanti gli argomenti interessanti che proporrò per le nostre dirette, nel corso della stagione. Vi invito a partecipare numerosi come sempre. Vi ricordo che le dirette saranno disponibili anche in podcast per poter essere ascoltate. ... Scopri di piùSee Less

4 giorni fa
L’ozono, tra le sue molteplici proprietà, ha quella di essere un potente disinfettante. Questa proprietà, associata alle enormi potenzialità rigenerative a livello dei tessuti, fa dell’ozono un ottima terapia per la gestione delle ferite. Nel cavallo le ferite sono spesso gravi, difficili da suturare adeguatamente a causa delle posizioni e delle grosse perdite di sostanza con i lembi troppo distanti tra loro. I cavalli hanno inoltre una cicatrizzazione lenta e centripeta, che li predispone a sviluppare un tessuto cicatriziale esuberante, che impedisce una guarigione completa.
Una ferita così bisogna comunque cercare di suturarla, anche se nel giro di pochi giorni i punti possono mollarsi, e va sempre “coccolata” con grande pazienza. Adeguate terapie per il giusto tempo evitano che si formi, appunto, del tessuto esuberante con una cicatrice brutta oltre che invalidante. Non ci si può aspettare una chiusura veloce, ma se ci si muove correttamente ci si può aspettare una chiusura completa con una cicatrice quasi impercettibile. 
Laser e ozono ad oggi rimangono a mio avviso gli ausili migliori per garantire la migliore cicatrizzazione possibile delle ferite nel cavallo.

L’ozono, tra le sue molteplici proprietà, ha quella di essere un potente disinfettante. Questa proprietà, associata alle enormi potenzialità rigenerative a livello dei tessuti, fa dell’ozono un ottima terapia per la gestione delle ferite. Nel cavallo le ferite sono spesso gravi, difficili da suturare adeguatamente a causa delle posizioni e delle grosse perdite di sostanza con i lembi troppo distanti tra loro. I cavalli hanno inoltre una cicatrizzazione lenta e centripeta, che li predispone a sviluppare un tessuto cicatriziale esuberante, che impedisce una guarigione completa.
Una ferita così bisogna comunque cercare di suturarla, anche se nel giro di pochi giorni i punti possono mollarsi, e va sempre “coccolata” con grande pazienza. Adeguate terapie per il giusto tempo evitano che si formi, appunto, del tessuto esuberante con una cicatrice brutta oltre che invalidante. Non ci si può aspettare una chiusura veloce, ma se ci si muove correttamente ci si può aspettare una chiusura completa con una cicatrice quasi impercettibile.
Laser e ozono ad oggi rimangono a mio avviso gli ausili migliori per garantire la migliore cicatrizzazione possibile delle ferite nel cavallo.
... Scopri di piùSee Less

6 giorni fa

Comment on Facebook

Sono assolutamente d’accordo!

Concordo perfettamente

👍😊 favorevole all'ozonoterapia

Facciamoci delle domande su come vengano scelte le maestranze della Fise e sulla mancanza di controlli. Sono scandalizzata. ... Scopri di piùSee Less

1 settimana fa

Comment on Facebook

Fise : gestione fallimentare nei conti e nei risultati, quote associative sproporzionate, pseudoistruttori di fatto commercianti, nessun progetto di formazione od incentivo per gli under 18, anche noi che facciamo reining obbligati a pagare l'inutile "tangente".

Ma come si fa ??? Il posto è in condizioni di degrado e abbandono , gli altri box sono vuoti ..... c'è una spiegazione a questa situazione , oltre alla rabbia nel vedere due creature in quelle condizioni?? Perché erano solo loro due e cosa c'è dietro a questo stato di abbandono ?

Certa che quei due cavalli saranno affidati a chi fa dei cavalli ragione di vita, la mia curiosità verte in altra direzione… quale pena spetta al, e qui voglio essere caritatevole, SIGNOR Gianluca Assumma dopo quanto inferto a quelle sue povere creature? Perché qui di drammi se ne vedono due, quanto patito da quei due poveri cavalli ed il sentirsi esonerati da pena certa e severa

Sono sconvolta....mi piacerebbe sapere cosa dirà la FISE...🤬

...ecco parliamone☹

Non ho parole!!!🤬🤬

Questo verme si merita punizioni corporali di tipo medievale. Una bella gogna mettendo a disposizione dei passanti letame, escrementi diarroici, vomito, frutta e verdura marce e, per i più intransigenti ...una mazza da baseball

View more comments

Vedi di più